Connect with us

popolo di malindi

Asfat AbdulRazaq – La moda prende il sopravvento

Published

on

asfat on malindians

Provenendo da una comunità piuttosto conservatrice di Malindi, soprattutto le donne della comunità swahili sono “limitate” dall’essere eleganti e al passo con le tendenze, a meno che non partecipino a matrimoni. Questo ha fatto sì che ASSY aspirasse a cambiare il modo in cui la nostra comunità vede la moda. Ha iniziato un viaggio per diventare un’icona della moda.

Chi è Assy?

Il mio nome è Asfat Ali AbdulRazaq. I miei amici preferiscono chiamarmi Assy, pensano che sia molto più facile. Credo di poter dire che è anche Sassy. Sono uno studente di una scuola di moda di Nairobi dove sto seguendo un corso di moda e di styling.

asfat on malindians - Asfat AbdulRazaq - La moda prende il sopravvento

Raccontaci la tua formazione

Ho frequentato la scuola elementare Town (Panju) di Malindi per il certificato di istruzione elementare del Kenya (KCPE). In seguito, sono andato a Maragua per i miei studi superiori. Il mio soggiorno a Maragua mi ha aperto gli occhi, poiché ho interagito con persone provenienti da diverse parti del Kenya. Mi ha fatto apprezzare la mia città natale, Malindi.

See also:   Iman Sidi Katanu

Ho seguito un corso di gestione aziendale presso il Kenya Institute of Management (KIM) di Nakuru. Dopo il corso, ho fatto una deviazione nella moda.

Perché la moda?

La moda definisce la vita. Infatti, definisce il nostro stile di vita quotidiano e racconta chi siamo dentro di noi. La moda mi dà la capacità di aggiungere essenza e di rendere il mondo un posto più bello.

Il mio obiettivo nella moda è quello di dare potere alle donne. Mi piacerebbe fare dei cambiamenti nella nostra società. Vengo da una società in cui non si deve essere belli se non si va a un matrimonio. Sarà attraverso le mie dichiarazioni sulla moda che le giovani ragazze saranno sollecitate a farsi avanti e a lottare per l’indipendenza, socialmente ed economicamente.

Non ha paura di essere marchiata negativamente?

È una sfida che ho anticipato. Ma cercherò di fondere le mie ispirazioni e la mia cultura in modo da non allontanarmi dalla cultura. Conoscete Muacha mila ni mtumwa (Colui che lascia le sue tradizioni/cultura è uno schiavo – Proverbio Swahili). La decenza sarà una componente chiave della mia moda.

See also:   Iman Sidi Katanu

Chi ti ispira?

Valentino. È uno stilista con sede a Roma. Ciò che mi ispira di più sono i suoi disegni floreali. A livello locale, anche Wambui Mukenya è uno stilista qui in Kenya.

Il sostegno della famiglia?

All’inizio la mia famiglia era riluttante a passare alla moda. Ma, dopo aver visto i miei interessi e le mie capacità, ora mi sostengono pienamente. Capisco come genitori che investono in un tipo di educazione, mentre qualcuno finisce in un altro campo.

Quando arriveranno sul mercato i suoi prodotti?

Sinceramente, il mio tempo è stato limitato al momento. Al momento mi sono concentrata sulla scuola. Tuttavia, non vedo l’ora di affinare le mie competenze in materia di marketing. Ho in programma un servizio fotografico per il mio prodotto nel corso di quest’anno. Una volta fatto questo, i miei prodotti colpiranno duramente il mercato.

Giovani e disoccupazione, che dire?

È così triste, ma tutto sommato dobbiamo sforzarci come giovani per avere il nostro trambusto come se possibile anche un trambusto secondario, non si sa mai…

See also:   Iman Sidi Katanu

Stare seduti ad aspettare il lavoro è una cosa difficile che non conosciamo del domani. So che il lavoro autonomo sembra rischioso, ma assumersi dei rischi e cercare di pagare in qualche modo.

Guardatela su Instagram

Komzinski è assistente di ricerca e monitoraggio presso il Northern Rangelands Trust (NRT). Si diverte a stare all'aria aperta e a viaggiare. Quando non viaggia, Athuman si diverte a fare volontariato presso l'unità locale di gestione delle spiagge, a giocare a calcio e a codificare insieme agli amici che pianificano il loro prossimo progetto di avvio tecnologico.

Comments
Bloggers Association of Kenya Tracker